Alcune tecnologie saranno di aiuto e una minaccia per l’uomo allo stesso tempo

Il miglioramento di alcune tecnologie esistenti e lo sviluppo di nuove nei prossimi anni potrebbe cambiare radicalmente il nostro modo di vivere, sia in positivo che in negativo.

Pertanto, come descritto da Forbes, pur accogliendo con favore i progressi della scienza, è fondamentale tenere d’occhio il modo in cui alcune di queste tecnologie vengono applicate. Alcuni progressi scientifici sono facilmente sfruttabili o destinati a usi spaventosi o dannosi.

Perciò, ecco 8 tecnologie che potrebbero spaventarvi nel prossimo futuro.

Singolarità dell’intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale sta progredendo verso un livello di pensiero simile a quello umano sotto molti aspetti. La “singolarità dell’IA” è un possibile momento del futuro in cui l’IA supererà l’intelligenza umana e, in un certo senso, questo punto di svolta è già stato raggiunto.

Con gli attuali algoritmi di IA estremamente potenti, che sono in grado di superare gli esseri umani su molti livelli diversi, i posti di lavoro subiranno un impatto significativo. Secondo gli esperti, l’80-90% di tutti i lavori attuali sarà potenziato dall’IA e molti di essi diventeranno del tutto obsoleti,ma il rischio maggiore sarà la manipolazione delle informazioni se ci affideremo troppo ai dati dell’IA, nonché l’utilizzo dell’IA come unica fonte di informazioni, con la conseguenza di non fornire più nuove conoscenze agli esseri umani, ma di riciclare sempre le stesse informazioni.

Genetica

Grazie alla tecnologia CRISPR-Cas9, che consente di eliminare, inserire o modificare determinate sequenze di DNA, abbiamo la possibilità di cambiare i geni ereditabili nelle piante, negli animali e nel nostro stesso corpo umano. 

Si tratta attualmente dell’approccio più semplice, adattabile e preciso alla manipolazione genetica e, di conseguenza, sta suscitando grande scalpore nella comunità scientifica.

La manipolazione genica presenta incredibili vantaggi, in quanto può aiutarci a combattere le malattie, a correggere le mutazioni genetiche che causano malattie devastanti, a eliminare le allergie alimentari e a garantire la disponibilità di cibo sufficiente a sfamare il pianeta.

Per esempio, i ricercatori stanno studiando una tecnica per correggere una mutazione genetica che causa la distrofia muscolare di Duchenne, una malattia mortale. La ricerca CRISPR su topi e cani si è dimostrata promettente e potrebbe portare a trattamenti efficaci per la distrofia muscolare di Duchenne nelle persone.

>>>  Ai-Da, l'artista robot dotato di I.A.

D’altra parte, il concetto di alterare in modo permanente i geni ereditabili è altamente rischioso. Con CRISPR possiamo modificare i geni in modo che vengano incorporati in modo permanente nel genoma e trasmessi da una generazione all’altra senza conoscere le conseguenze future.

Per questo motivo, poiché i suoi effetti non sono ancora del tutto compresi, diverse nazioni, tra cui la maggior parte dell’Europa, hanno vietato le modificazioni germinali; tuttavia, attualmente è consentito in Cina e negli Stati Uniti. In ogni caso, questa tecnologia presenta conseguenze etiche e pratiche.

Uomini e macchine

Gli esseri umani e le macchine si stanno già fondendo in vari modi. Possiamo usare una protesi per sostituire un arto perso in caso di incidente ad esempio. Anche le lenti a contatto possono aiutare gli individui a vedere meglio e, con la giusta tecnologia, si può persino dare loro una “super” visione o una visione notturna.

Tuttavia, l’esercito americano ha già sviluppato esoscheletri che danno ai soldati quelli che sembrano essere superpoteri. I ricercatori stanno anche sviluppando interfacce che potrebbero consentire capacità di intelligenza artificiale completamente umane e meccaniche. Alcune aziende hanno progettato di creare interfacce cervello-computer in grado di leggere la mente.

Il timore è che questa tecnologia possa essere utilizzata in modo improprio, dando vita a un futuro con superuomini che possono rappresentare una potenziale minaccia per gli esseri umani privi di tali capacità.

Stampare tutto

Con la tecnologia di stampa 3D è possibile creare praticamente qualsiasi oggetto 3D, ma questo potere può anche essere usato in modo improprio. Sarà più difficile regolamentare la stampa di armi, comprese le pistole, dato che le stampanti 3D diventano sempre più accessibili e comuni. Chiunque può scaricare un file e “stampare” ciò che vuole, direttamente a casa propria.

>>>  Meta ha un nuovo supercomputer per il metaverso

Poiché le armi stampate in 3D sono prive di numeri di serie, è difficile regolamentarle e rintracciarle, il che le rende una minaccia crescente. In ottobre, la polizia britannica ha effettuato un importante sequestro di componenti di pistole stampate in 3D in una sospetta fabbrica di armi improvvisata a Londra.

Man mano che queste armi da fuoco non regolamentate entrano nel mercato comune, si teme che estremisti e criminali possano procurarsele.

Robot intelligenti e autonomi

Con lo sviluppo dell’intelligenza e dell’autonomia, i robot saranno in grado di sostituire gli esseri umani in molti contesti lavorativi. I robot autonomi sono in grado di scegliere le proprie attività in base alle informazioni presenti nell’ambiente circostante.

Abbiamo già auto a guida autonoma e robot che ci servono il cibo, lavorano nelle fabbriche, girano gli hamburger, prendono gli ordini per la spesa e preparano il caffè.

Dovremo pensare a come riqualificare la nostra forza lavoro, dato che alcuni ruoli saranno sostituiti da robot autonomi e intelligenti, proprio come nel caso dell’IA. O, ancora meglio, dovremmo considerare una nuova prospettiva di società in cui il lavoro non sia una parte centrale della nostra vita.

Sorveglianza digitale

Nella nostra società sempre più digitale siamo in grado di tracciare quasi tutto. I dipartimenti di polizia utilizzano il riconoscimento facciale per tracciare i movimenti delle persone, mentre le aziende tengono traccia dei tasti premuti dai dipendenti.

I diritti umani sono messi a rischio da questo tipo di sorveglianza digitale, che potrebbe anche essere utilizzata in modo improprio.

In quanto violazione dei diritti umani, le Nazioni Unite (ONU) hanno ufficialmente condannato la sorveglianza digitale volontaria e illegale. Per garantire che le organizzazioni e i governi siano ritenuti responsabili dell’uso di questi strumenti, David Kaye, relatore speciale delle Nazioni Unite per la libertà di opinione e di espressione, ha chiesto di vietare a livello mondiale la vendita e il trasferimento di strumenti di sorveglianza digitale.

Deepfakes nel Metaverso

Sebbene la tecnologia deepfake abbia molte applicazioni utili, tra cui la ricreazione di personaggi storici in contesti educativi ad esempio, lo sfruttamento malevolo di questa tecnologia rappresenta un problema.

>>>  I risvolti negativi della Realtà Aumentata e del Metaverso

I deepfake possono essere utilizzati per creare immagini e video di chiunque, sia che si tratti di persone famose, personaggi pubblici o figure influenti nel campo della tecnologia, e possono essere utilizzati per perseguire qualsiasi scopo. I deepfake sono avanzati al punto che è difficile distinguere tra video autentici e imitazioni digitali.

Avremo quindi bisogno di tecniche per confermare la nostra identità quando entreremo nel metaverso e trascorreremo più tempo online per garantire la sicurezza delle nostre interazioni con gli altri o, meglio ancora, avremo bisogno di strumenti in grado di rilevare i deepfakes.

Nanobot

I nanobot, o minuscoli robot su scala nanometrica, sono robot microscopici che possono penetrare nel flusso sanguigno umano e persino attraversare la barriera emato-encefalica.

Sebbene gli usi potenziali di questa tecnologia siano molti, tra cui: la raccolta e la trasmissione di dati, la somministrazione di farmaci e il prelievo di campioni; esiste anche un notevole rischio di abuso. I nanobot potrebbero essere impiegati per trasmettere il pensiero umano, ad esempio.

Una singola persona o un gruppo di persone potrebbero essere uccisi da nanobot armati, o addirittura la loro memoria potrebbe essere modificata in modo che inizino a schierarsi con il nemico. Nella nostra società contemporanea, caratterizzata da tecnologie sempre più connesse, ci sono anche notevoli problemi di privacy. Nel mondo dei nanobot, cosa proteggerebbe le nostre informazioni mentali e mediche? Per garantire la fine a questi problemi, sono necessari una regolamentazione e un controllo rigorosi.

In breve, il prossimo futuro ci porterà così tante tecnologie avanzate che potrebbe essere un problema affrontare tutte le conseguenze all’improvviso. Per questo motivo, dobbiamo imparare a usare queste tecnologie in modo consapevole fin da ora. Tuttavia, per ogni progresso positivo ce n’è uno negativo. Quindi, solo una società migliore potrebbe portarci a fare un uso migliore della tecnologia.