Una nuova area del progetto NEOM

Tutto parte da NEOM, un concetto più ampio che è anche una società per azioni privata creata nel 2017 e appartenente al Saudi Public Investment Fund. L’obiettivo è quello di creare un polo economico che si sviluppi lungo la costa del Golfo di Aqaba e del Mar Rosso dell’Arabia Saudita.

Il concetto NEOM è composto da due parole: neo, dal greco che significa “nuovo”, e mustaqbal, il termine arabo che significa “futuro”.

La NEOM Smart City, che sarà situata nella provincia di Tabuk nel nord-ovest dell’Arabia Saudita, e The Line, una serie di città lineari che attraverseranno il paese mediorientale, sono entrambi parte del progetto in cui la sostenibilità e l’ambiente, oltre alla tecnologia, giocano un ruolo importante.

Gli sviluppatori dichiarano che il design urbano si concentrerà sulle persone piuttosto che sulle infrastrutture e che la mobilità a piedi definirà la vita quotidiana. Ecco perché tutti i servizi quotidiani importanti, come: scuole, cliniche mediche, strutture ricreative e spazi verdi, saranno a 5 minuti a piedi.

Neom viene descritta come un “laboratorio vivente” che include paesi e città, porti e zone commerciali, istituti di ricerca, luoghi di sport e di divertimento e siti turistici.

  • 100% energia rinnovabile: si trova in uno dei pochi siti al mondo dove l’energia solare, l’energia eolica e l’idrogeno verde possono essere prodotti a basso costo e in grandi quantità. Il piano generale dell’Arabia Saudita mira a generare guadagni non legati al petrolio e ad attrarre investimenti stranieri attraverso proposte innovative che aiuteranno il paese ad espandersi economicamente.
  • Acqua: NEOM sarà una centrale regionale di produzione e stoccaggio dell’acqua, con particolare attenzione alla desalinizzazione. La rete di distribuzione dell’acqua di NEOM sarà totalmente connessa attraverso un’architettura avanzata denominata Internet of Water, fornendo acqua potabile di alta qualità, acqua riciclata e rimuovendo anche le acque reflue. Inoltre, il monitoraggio della qualità dell’acqua, l’irrigazione intelligente e il rilevamento delle perdite saranno gestiti in tempo reale.
>>>  Dalle Smart City alle Sustainable City

The Line è un modello di urbanizzazione mai visto prima, uno sviluppo urbano lineare lungo 170 km che comprende varie comunità interconnesse, con quartieri percorribili che si intrecciano con i parchi pubblici e il paesaggio naturale. È un modello del 21° secolo che va oltre, ma è anche un progetto di pianificazione urbana e vivibilità in connessione con la natura.

transportation
Mobilità

The Line trasformerà la vita urbana come la conosciamo, permettendo a NEOM di diventare una potenza economica per il Regno dell’Arabia Saudita.

  • Alimentato al 100% da energia rinnovabile.
  • In cinque minuti a piedi, sarete in grado di soddisfare tutti i vostri bisogni quotidiani di base.
  • Le persone, non i veicoli, saranno al centro delle comunità, che saranno facilmente accessibili e progettate per la comodità e la mobilità a piedi.
  • Uno strato di infrastruttura fisica e digitale, completamente integrato sotto la superficie e conterrà servizi chiave di utilità e trasporto.
  • La spina dorsale dell’infrastruttura fornirà alle comunità un accesso al trasporto di massa ad altissima velocità.
  • Spazi aperti, parchi, giardini, l’ambiente naturale e la produzione di cibo sostenibile saranno tutti perfettamente intrecciati in comunità che vivono in pace con la natura.
  • Oltre il 90% dei dati presenti in NEOM saranno valutati per fornire un sistema predittivo con servizi sempre migliori ai residenti e alle aziende attraverso una struttura digitale che include l’intelligenza artificiale e la robotica che apprenderanno ed evolveranno continuamente.
  • Le comunità saranno autosufficienti e rappresenteranno le personalità delle persone che ci vivono, così come la regione e le industrie presenti.

In aggiunta, una nuova area industriale esagonale galleggiante a Neom è stata recentemente lanciata dalla società, chiamata Oxagon.

>>>  Gli scienziati cinesi hanno inventato un tessuto che si illumina

Oxagon sarà un paesaggio curato di un’industria sofisticata che chiude il cerchio e promuove la circolarità, con la conseguenza di avere un sistema di energia pulita che sostituisce le energie rinnovabili all'”usa e getta”, riduce i rifiuti e massimizza la produttività. Situata nel nord-ovest dell’Arabia Saudita, offre un nuovo modo di vivere e lavorare che ha un impatto significativo sul business pur avendo un impatto minimo sull’ambiente.

Comprenderà:

  • Un polo per la produzione avanzata e pulita;
  • Un laboratorio vivente per la ricerca e l’innovazione;
  • Un porto automatizzato e integrato di nuova generazione e una filiera produttiva con connettività globale;
  • Eccezionale vivibilità;
  • 100% energia pulita.

Industrie che faranno parte di Oxagon:

  • Energia rinnovabile: solare fotovoltaico, idrogeno verde, stoccaggio di batterie, eolico in mare.
  • Mobilità autonoma e sostenibile: navette e capsule autonome, mobilità aerea urbana, veicoli commerciali pesanti ecologici, imbarcazioni ecologiche.
  • Edilizia moderna: costruzione modulare, stampa 3D, acciaio sostenibile, macchinari pesanti a zero emissioni.
  • Innovazione idrica: desalinizzazione dell’acqua di mare, gestione delle acque salate, trattamento delle acque reflue, dispositivi di gestione del sistema.
  • Produzione alimentare sostenibile: serre, acquacoltura, carne non animale, imballaggio sostenibile.
  • Salute e benessere: farmaceutica, biotecnologia, nutrizione, tecnologia sanitaria.
  • Tecnologia e digitale: robot industriali, di servizio e di uso generale, infrastrutture di comunicazione per il 5G+, sistemi spaziali, componenti elettronici, attrezzature per la stampa 3D.

Altri progetti che seguiranno a Oxagon:

  • The Rig, un parco a tema nel Golfo Arabico costruito su una piattaforma petrolifera abbandonata.
  • La Prince Mohammed Bin Salman Non Profit City, un quartiere cittadino pianificato nella capitale di Riyadh che ospiterà organizzazioni no-profit e imprese sostenibili.

È un progetto ambizioso che sicuramente dà un’idea del prossimo futuro in cui le persone vivranno più connesse con la natura senza rinunciare alla tecnologia che aiuterà a migliorare la vita delle persone e il loro valore.

>>>  Cloud Valley: la città cinese controllata dall'Intelligenza Artificiale

Fonte tomorrow.city