L’urina viene analizzata ogni volta che si usa il bagno

Ormai ci stiamo abituando ai bagni intelligenti, dato che sempre più aziende stanno cercando di conquistare il mercato. E come abbiamo già affermato, l’Occidente si sta avvicinando pian piano all’Oriente quando si tratta di servizi igienici intelligenti.

La più recente tecnologia applicata a un gabinetto è ora in grado di scansionare le urine per individuare i primi segni di diabete, malattie renali croniche, cancro alla vescica, infezioni delle vie urinarie e disidratazione, questo ogni volta che si va al bagno.

Il primo dispositivo al mondo basato sull’intelligenza artificiale e sulla spettroscopia, secondo la startup israeliana che ha creato questa nuova tecnologia, fornisce un monitoraggio continuo e non invasivo della produzione di urina come sostituto affidabile dell’esame chimico o microscopico convenzionale.

Secondo questo articolo, le misurazioni in tempo reale del modo in cui la luce si riflette sul flusso dell’urina, effettuate da sensori installati nelle tavolette del water, consentono di diagnosticare con precisione diversi disturbi. Le 3.000 molecole presenti nella pipì vengono esaminate otticamente, poiché interagiscono con diverse frequenze di luce.

In Olanda, la tecnologia viene già applicata ai pazienti anziani nelle case di riposo, dove vengono raccolte sempre più informazioni durante l’utilizzo del bagno.

“Stiamo cercando di individuare le malattie prima che si vada dal medico”, ha dichiarato Guy Goldman, CEO di Olive Diagnostics, che è alla base di questa tecnologia.

“Stiamo permettendo alla comunità medica di iniziare a fare medicina preventiva anziché medicina reattiva”.

Olive KG è un dispositivo che trasmette 64 frequenze di luce attraverso l’urina in movimento, rilevando passivamente le molecole e utilizzando le informazioni raccolte per individuare potenziali problemi di salute. Inoltre, Olive incorpora un minuscolo spettrometro, uno strumento per l’identificazione e l’analisi delle lunghezze d’onda delle radiazioni elettromagnetiche, in un sedile rialzato del water.

>>>  "Highway to hell" è stata partorita al cesso

Il sensore, che può essere applicato a qualsiasi WC, è dotato di fotodiodi che misurano la quantità di luce in entrata.

Olive KG misura una serie di parametri, tra cui pH, proteine, globuli rossi, nitrati e densità dell’urina (volume, pressione, colore, frequenza).

L’analisi delle urine è rimasta obsoleta nonostante i progressi della scienza e della tecnologia, ha affermato Goldman. Il personale di laboratorio degli ospedali continua a immergere bastoncini in contenitori di urina. Per questo motivo l’azienda si sta concentrando sul fornire un’analisi delle urine accurata.

L’accuratezza dei metodi standard per rilevare particolari molecole può arrivare al 70%. Olive, tuttavia, raggiunge un’accuratezza perfetta in quanto tiene traccia di ogni volta che il paziente usa il bagno, invece di analizzare un solo campione.

Nessun’altra azienda esegue l’analisi delle urine con l’ausilio di strumenti ottici, ma l’analisi ottica delle urine può essere utilizzata per la nutrizione, la salute mentale e altri settori. Può anche monitorare il cortisolo, il principale ormone dello stress del corpo, nel sangue. Tuttavia, è possibile rilevare solo gli elementi che passano attraverso i reni, quindi non è possibile rilevare tutto, ad esempio i problemi muscolari.

olive watchos app

I dati raccolti vengono poi inviati direttamente ai reparti clinici delle case di riposo dove Olive KG opera. I risultati delle urine possono essere visualizzati anche attraverso l’Apple Watch grazie all’applicazione Olive WatchOS che si collega al WC.

Entro la fine del 2023, l’azienda inizierà a vendere un nuovo sensore direttamente ai clienti, insieme a un’applicazione che offre una diagnostica all’utente.

Solo di recente Olive ha iniziato a esportare i suoi prodotti negli Stati Uniti, dove vengono testati in una grande casa di riposo e utilizzati per tenere sotto controllo le persone con problemi mentali sulla costa orientale.

>>>  8 consigli per fare cacca e pipì all'aperto