L’asse di Casana può misurare la pressione sanguigna, il volume sistolico e i livelli d’ossigeno

Nicholas Conn, in qualità di studente del dottorato di ingegneria al Rochester Institute of Technology, nel 2014 ha iniziato a chiedere finanziamenti per sviluppare dispositivi di monitoraggio medico domestico, ma solo 7 anni dopo, a 32 anni, è riuscito a raccogliere 14 milioni di dollari per la sua azienda Casana, al fine di sviluppare questo sedile intelligente per gli anziani d’America, aiutandoli a risolvere un problema che molti medici affrontano con molti pazienti: convincerli a rispettare le misurazioni quotidiane di peso, pressione sanguigna e i livelli di ossigeno da casa, anche se risulta spesso difficile per loro, ma con un asse del gabinetto senza fili e senza stazioni di ricarica, non c’è più il problema di dimenticarsene.

Con questo finanziamento, la startup di Rochester, con sede a New York, sta puntando a ridurre i 219 miliardi di dollari annui spesi per le malattie cardiovascolari negli Stati Uniti attraverso un monitoraggio regolare, che può aiutare a rilevare eventuali problemi anticipatamente e a mantenere i pazienti più sani, soprattutto nella popolazione sopra i 65 anni.

Progettare un asse intelligente ha però pro e contro: i sedili del gabinetto hanno una superficie ampia, il che significa che c’è meno bisogno di costose miniaturizzazioni, come i sensori che si trovano negli smartphone per esempio. D’altra parte però, le chiappe non sono neanche la parte del corpo più facile da leggere da un dispositivo.

“I dati iniziali che vengono fuori se si collegano semplicemente gli elettrodi al fondoschiena di una persona non sono eccezionali”, dice McChord, l’amministratore delegato di Casana. “È solo attraverso un’ incredibile quantità di algoritmi di filtraggio che si ottengono dei dati di tipo medico che sono davvero preziosi”.

>>>  Il gabinetto della navicella Crew Dragon della SpaceX rimane un segreto

È qui che entra in gioco il fondatore e direttore scientifico Conn dopo anni di ricerca. Egli ha infatti sviluppato degli algoritmi che separano le misurazioni mediche dal rumore di fondo che si viene a creare (i cui dettagli sono stati pubblicati nel Journal of Medical Internet Research mHealth e uHealth). I 2 articoli hanno dimostrato che il suo prototipo di asse del gabinetto potrebbe misurare la pressione sanguigna, il volume sistolico e l’ossigenazione del sangue, con una precisione di livello clinico, coerente con un ecocardiogramma, o un’ecografia del cuore.

Secondo il CDC, negli Stati Uniti, una persona muore ogni 36 secondi per malattie cardiovascolari. Il primo obiettivo di Casana riguarda quindi l’insufficienza cardiaca, che colpisce più di 6,2 milioni di americani e a parte un trapianto di cuore, non esiste una cura per questa condizione, può solo essere gestita.

Quindi, una metrica chiave è il volume sistolico: ossia la quantità di sangue che il cuore di una persona pompa ad ogni battito. Attualmente, il modo più comune per misurarlo è tramite un ecocardiogramma, che deve però essere eseguito in uno studio medico. L’obiettivo di Casana è che i medici siano in grado di prescrivere questo particolare asse del gabinetto, che può monitorare il volume sistolico da casa, in modo che i medici siano in grado di intervenire molto prima dei sintomi, tenendo d’occhio i dati forniti dal dispositivo.

Inoltre, Casana ha anche pensato a quando i possessori di questo particolare asse possano avere ospiti che utilizzino il dispositivo. Il sedere, abbinato al peso, alla postura, al ritmo cardiaco e ad altre misure, è come un identificatore unico, il che significa che l’asse del water è in grado di percepire la differenza tra chi l’utilizza senza creare false misurazioni. Infine, la speranza è che i dati raccolti dal dispositivo siano in grado di aiutare meglio le decisioni dei medici, come ad esempio, se regolare i farmaci di un paziente a seconda delle misure raccolte in tempo reale.

>>>  Un'asse del cesso intelligente per monitorare il cuore

Questi assi intelligenti saranno sicuramente utili, ma questa idea migliorerà più che altro i bagni intelligenti, rispetto ai bagni classici, che ovviamente integreranno queste nuove caratteristiche nella loro già vasta gamma di funzioni, divenendo sempre più completi e un aiuto significativo per prevenire sempre di più i problemi di salute.

Fonte forbes.com