Una birra, uno sgabello e un test delle feci

Durante il Mese Nazionale di Sensibilizzazione sul Cancro al Colon (un’iniziativa annuale americana), Squatty Potty (un’azienda di prodotti per sanitari, i cui principali oggetti consistono in sgabelli, spray e altri accessori per il bagno) ha avuto una soluzione semplice per far sì che tutti facessero il test: regalare una birra in edizione limitata e uno sgabello per il gabinetto, spedito direttamente a casa. Per ottenere il regalo, è necessario inviare un campione della propria cacca.

Il tutto fa parte dell’intelligente “Give a Crap Challenge” (letteralmente “Sfida del dare una merda”) progettata dalla Colon Cancer Foundation (una fondazione per il cancro al colon), Squatty Potty e DuClaw Brewing Company (un birrificio) con l’aiuto di CraftShack (un sito di vendita di alcolici) e EverlyWell (un sito che permette di ordinare test online), con l’obiettivo di raccogliere fondi per aiutare la Colon Cancer Foundation a fornire 10.000 screening per il cancro colorettale alle comunità meno abbienti per il 2021.

I partecipanti alla promozione otterranno l’accesso esclusivo all’edizione limitata di DuClaw Sour Me Unicorn Farts sour ale (una simpatica birra alle scoregge di unicorni), uno Squatty Potty (lo sgabello per una postura più corretta mentre si è seduti sul cesso) e un kit di screening per il cancro al colon da EverlyWell.

DuClaw Unicorn Farts can beer

L’azienda di sgabelli da bagno è famosa per essere diventata virale con i suoi video sugli unicorni che cagano gelato che hanno ottenuto più di 300 milioni di visualizzazioni, “cambiando il modo in cui l’America fa la cacca”.

“Per quanto possa sembrare sciocco, la tua cacca potrebbe aiutarti a salvarti la vita” ha affermato Bernie Kropfelder, CEO di Squatty Potty. “Quindi, perché non ricevere delle cose gratis e allo stesso tempo capire meglio la tua salute?

>>>  Cacca sulla luna

Il programma del concorso è sul sito www.GiveACrapChallenge.com e si è chiuso il 7 marzo.

“Questi siamo noi, con le braccia in alto a gridare dai tetti che questa è una malattia mortale che non colpisce solo gli anziani”, ha detto Cindy Bourassi, presidente della Colon Cancer Foundation. “La lotta contro questa malattia mortale è seria… e a volte, il modo migliore per coinvolgere le persone è con un po’ di umorismo!”.

Un’idea intelligente e di grande effetto: il metodo giusto per incentivare le persone, ma con ironia.

Fonte PRNewswire.com