Anche i veicoli militari hanno bisogno di servizi igienici

Come già riportato, gli sviluppatori del sistema Armata hanno incorporato un gabinetto nei loro veicoli, consentendo ai soldati di soddisfare i loro bisogni corporei senza doversi esporre durante il combattimento. Questo sistema supporta i veicoli corazzati di grandi dimensioni come il nuovo carro armato T-14. Secondo Ilya Baranov, direttore della qualità e delle tecnologie informatiche dell’Urals Design Bureau of Transport Machine-Building, questa innovazione migliora significativamente la qualità della vita del personale.

T-14-Armata

“Una delle principali seccature per loro è che non possono alleviare le loro funzioni naturali. Cioè, l’acqua e le razioni da campo sono disponibili nel carro armato, ma tutte le altre comodità sono, purtroppo, assenti”, ha dichiarato Baranov all’agenzia di stampa statale Tass. “Solo i veicoli Armata hanno risolto questo dilemma”.

“Fin dall’inizio, questo carro armato offre la possibilità all’equipaggio di svolgere lunghe missioni di combattimento, per questo è disponibile il cosiddetto sistema di supporto vitale o, in parole povere, il gabinetto”, ha aggiunto.

La storia del carro armato e del gabinetto potrebbe essere in realtà collegata. Secondo Tanks, 1914-1918 di Albert Gerald Stern e Let’s Talk in English di Manish Gupta, l’esercito britannico coniò inizialmente il termine “water carrier” (trasportatore d’acqua) per indicare i primi carri armati nel tentativo di mantenere segreti i dettagli del progetto. Tuttavia, il termine condivideva l’abbreviazione con “water closet”, un termine britannico comune per “bagno”, costringendo i militari a trovare un nuovo termine.

Non sorprende che il Challenger 2 del Regno Unito sia uno dei pochi carri armati operativi con un bagno. Molti carri armati contemporanei non hanno questa capacità, lasciando i soldati a improvvisare sul campo di battaglia, compreso il venerabile M1 Abrams sviluppato negli Stati Uniti.

>>>  Aerei militari e servizi igienici

Il T-14 di nuova generazione è un avversario importante, ma ha molto di più di un semplice gabinetto. Il carro armato possiede mitragliatrici Kord-12,7 mm e PK 7,62 mm controllate a distanza, oltre alla potenza del cannone principale da 125 mm che può sparare una serie di munizioni guidate, potenti e a raffica. Il sistema di difesa attiva afghano, in grado di intercettare razzi e altre munizioni anticarro, si attiverebbe sotto il fuoco nemico.

Il T-14 ha fatto il suo debutto alla parata del Giorno della Vittoria a Mosca nel 2015, che ha segnato i 70 anni dalla vittoria dell’Unione Sovietica sugli Alleati a Berlino. Il carro armato, acclamato come un’arma da guerra imbattibile, però si ruppe e dovette essere trainato via. Da allora il veicolo è stato notevolmente perfezionato e i servizi segreti britannici lo hanno definito “il più rivoluzionario cambiamento nella progettazione dei carri armati dell’ultimo mezzo secolo”, nonostante sia stato utilizzato solo in un numero limitato di casi.

Quando si tratta di carri armati, la Russia è il leader indiscusso del mondo e i Paesi membri della NATO che confinano con essa sono particolarmente preoccupati dalla sua impareggiabile flotta. Anche se la forza militare complessiva del Pentagono è di gran lunga superiore a quella di Mosca, un attacco russo a sorpresa sarebbe probabilmente troppo difficile da gestire per gli Stati baltici.