Da Führer (leader) a Furzer (scoreggione)

Può sembrare divertente, ma non tutti sanno che Adolf Hitler soffriva di problemi di flatulenza. Tanto che quando mangiava con altre persone, la cosa era insopportabile per gli altri commensali, soprattutto dopo cena. Per questo motivo Hitler doveva spesso lasciare il tavolo per andare nella sua stanza privata.

Oltre alla flatulenza, Hitler soffriva di crampi allo stomaco, costipazione e diarrea. Tutti questi sintomi, tuttavia, di solito peggioravano quando era stressato.

Come spiegato qui, il problema era così sgradevole da convincerlo ad adottare una dieta vegetariana, ma non aveva idea che una dieta ricca di fibre peggiorasse la sua flatulenza. Come se non bastasse, amava i dolci e questo non lo aiutava.

Pertanto, nel 1936 decise di chiedere l’aiuto del dottor Theodor Morell, che riuscì a placare il problema, ma solo per un certo periodo, durante il quale si guadagnò la sua fiducia.

Morell fu scelto come medico personale di Hitler e lo seguì ovunque andasse. In seguito alla sua nuova posizione, Morell divenne multimilionario.

Per la flatulenza, a Hitler furono prescritti il Mutaflor, un probiotico, e le pillole antigas del dottor Koester, che contenevano stricnina (veleno per topi).

Theodor Morell (1886-1948) conosceva poco il suo campo medico. Era antipatico alla cerchia di Hitler perché considerato un ciarlatano e fu soprannominato “Maestro delle iniezioni del Reich” da Hermann Goering, braccio destro di Hitler.

Morell era considerato dannoso per la salute di Hitler, ma nonostante gli fossero stati rivolti degli avvertimenti, questi furono ignorati dal Führer. Hitler divenne un tossicodipendente poiché Morell gli iniettava regolarmente barbiturici, oppiacei e anfetamine. In totale, il medico somministrò a Hitler 74 sostanze che peggiorarono la sua salute.

>>>  Un dottore sostiene che si possa scoreggiare dal pene

Inoltre, tra le sostanze che Morell fornì a Hitler, c’erano anche: eroina, cocaina, metanfetamine, ossicodone, testosterone e stricnina.

Alla fine della Seconda Guerra Mondiale, Adolf Hitler era fisicamente debilitato. Persino Eva Braun, l’amante di Hitler, protestò per le attività di Morell, perché le sue mani erano piene di segni di iniezioni.