Un bagno comune che risale al secondo secolo d.C.

Gli scavi in un teatro storico nella vecchia città di Smyrna, che si trova entro i confini della città occidentale di İzmir, hanno evidenziato la presenza di una vecchia latrina, o di una struttura ancora più semplice utilizzata come bagno all’interno di un impianto sanitario, che si suppone sia stato utilizzato dagli artisti che usufruivano del teatro stesso. Secondo Akın Ersoy, archeologo dell’Università Katip Çelebi di İzmir e responsabile della squadra di scavi, il teatro e il bagno in questione risalgono al II secolo a.C. circa e furono usati fino al V secolo d.C. (per circa 300 anni).

Questa è anche la prima volta che un bagno è stato rinvenuto all’interno di un edificio scenico.

È alto circa 40 centimetri, ha una disposizione dei posti a sedere a forma di U e potrebbe ospitare 12-13 persone alla volta. Accanto si trova poi un trogolo a forma di U profondo 8-10 cm per l’acqua pulita.

Secondo Ersoy, gli scienziati ritengono che la latrina, trovandosi in uno spazio appartato, venisse “utilizzata dagli attori che lavoravano nell’edificio scenico e si esibivano nel teatro”, piuttosto che dagli spettatori che potevano arrivare a circa 20.000 persone. Poiché lo spazio del bagno era usato da un gran numero di persone, si ritiene incoraggiasse alla socializzazione. Le persone che lo frequentavano si lavavano con l’aiuto di una spugna attaccata ad un bastone e con l’acqua pulita che scorreva continuamente.

Un tale ritrovamento nei teatri della regione mediterranea non ha precedenti, ha aggiunto l’archeologo.

Nel 2015, Ann O. Koloski-Ostrow, un archeologo della Brandeis University, aveva scritto che le latrine comuni erano popolari nella società romana antica e mentre quelle pubbliche erano solitamente collegate ai tubi di scarico principali di una città, quelle private dovevano essere svuotate regolarmente. Inoltre, le persone che usavano i bagni pubblici dovevano essere consapevoli dei ratti e delle potenziali esplosioni prodotte dall’accumulo di idrogeno solforato e metano.

>>>  Perché il Lockheed L-1011 ha i bagni disposti ad arco

Nel corso degli anni, la città vecchia, che fu fondata tra Kadifekale e la baia di İzmir, ha attratto visitatori e viaggiatori di tutte le culture. Con la sua basilica, i murales storici e gli edifici ben protetti, Smyrna offre meravigliose prospettive storiche.

È dal 2012 che gli archeologi stanno scavando il teatro di Smyrna e secondo Ersoy, il sito, che era posizionato su una collina rocciosa che dominava la città antica, ospitava spettacoli, rituali religiosi e attività sociali. Il teatro fu poi abbandonato quando la crescente autorità del cristianesimo portò all’abbandono dei divertimenti “pagani”.

Fonte dailysabah.com