Qualcosa che forse molti fanno, ma che nessuno osa dire

Sembra strano e divertente allo stesso tempo, ma molti ragazzi sui social hanno confessato la loro abitudine a stare nudi seduti sul cesso mentre fanno la cacca.

Quello che viene fuori dalle conversazioni è che questa abitudine non è qualcosa di così inusuale, ma piuttosto sembra essere una reale necessità per alcuni, altrimenti fare la cacca sarebbe problematico per loro.

Tuttavia, ogni caso è diverso: alcuni lo fanno solo a casa, ma altri stanno nudi ogni volta che hanno bisogno di andare in bagno per fare la cacca, che siano al lavoro, a casa di amici o nei bagni pubblici.

Alcuni hanno spiegato che questa pratica è iniziata quando erano bambini, durante la pratica all’ uso del vasino, per evitare che i vestiti si sporcassero. Così, da allora, l’abitudine è continuata.

Ciononostante, leggendo le altre esperienze si scopre che evitare che i vestiti si sporchino non è l’unica spiegazione. Un’altra ragione sembra evitare che gli indumenti puzzino poiché potrebbero impregnarsi di odore, ma qualcun altro ha scritto che indossare i vestiti non lo fa sentire a suo agio poiché essi stringono troppo e creano disagio.

Mentre molti esprimono le loro motivazioni, tutti sembrano condividere la sensazione di essere maggiormente a proprio agio quando sono completamente nudi sulla tazza e questo riduce anche lo stress e rilassa i muscoli, compreso lo sfintere. Quindi, togliersi i vestiti può inviare al corpo il messaggio che è ora di rilassarsi e liberarsi.

Presumibilmente, questa pratica sembra naturale per gli uomini, anche per quelli che non lo fanno. Sembra invece più strano dal punto di vista delle donne.

>>>  Poop Troop: la prima tastiera con emoji per parlare di cacca

Comunque, tutti sembrano essere d’accordo sul fatto che fare la cacca nudi riporta gli uomini al loro istinto animale e li fa sentire completamente liberi da qualsiasi regola quando sono in bagno. Il bagno è una specie di isola dove gli uomini si sentono liberi di essere come animali: rilassati ma anche senza regole.

Lo psicologo Dr. Stauffer-Kruse crede che per alcuni uomini, il loro bisogno di spogliarsi derivi da esperienze in bagno che hanno origine dall’infanzia.

“Alcune persone possono provare vergogna mentre sono in bagno. Tutto deriva dalle reazioni dei loro genitori quando provavano ad usare il vasino e da come si sentivano in quel momento”, ha spiegato il medico.

“Può essere stato detto loro che la cacca e lo sporcarsi con essa è vergognoso, quindi possono reagire volendo sbarazzarsi dei vestiti: questo li fa sentire meno limitati fisicamente oltre che psicologicamente”.

Stauffer-Kruse spiega poi che questo può essere dovuto al “fascino degli uomini a sentirsi come ‘primitivi’ e a voler sfuggire ai ruoli che la vita moderna gli ha conferito, e questi ruoli sono spesso collegati ai nostri vestiti”.

“Ad alcune persone piace semplicemente essere nude. Si sente parlare di persone che dormono nude, che puliscono nude e, naturalmente, di nudisti: a queste persone piace semplicemente celebrare il proprio io senza alcuna costrizione”.

Quindi, il bagno non è solo un luogo dove prendersi del tempo per essere soli dal resto del mondo e fare cose che non possiamo fare fuori, come leggere senza essere disturbati. A questo, possiamo aggiungere la connessione con il nostro io profondo dove vive il nostro istinto animale, un istinto che vuole: essere libero dalle regole della vita ordinaria, rilassato, disconnesso dai ruoli e dai doveri sociali, ma questo stesso istinto vuole anche farci infrangere i tabù, e sedersi nudi sulla tazza mentre si fa la cacca è la massima espressione di questa idea. Forse in questo c’è una correlazione con gli uomini che hanno un’erezione mentre fanno la cacca, magari perché questa sensazione di libertà include il sesso.

>>>  Artista digitale si spoglia nei bagni degli aerei

Fonte NYpost.com