Vediamo perché può accadere

La cacca fornisce informazioni importanti e spesso vitali sulla propria salute e sulla dieta. La forma e il colore possono quindi variare a seconda di cosa si mangia e dello stile di vita, ma quando la cacca assume un cambiamento drastico è bene indagare.

Se le diverse tonalità di marrone fanno stare tranquilli, è probabile che una cacca verde possa preoccupare.

Un colore verde può essere causato però da molti vegetali nella propria dieta, come il cavolo, i broccoli e gli spinaci. Anche gli alimenti blu possono far diventare verde la cacca, come i mirtilli, ma anche alcuni coloranti negli alimenti, come il blu, il viola e il nero, possono esserne responsabili.

Tuttavia, la cacca verdastra è anche causata dalla bile, che è un segno che il fegato e il pancreas stanno lavorando bene. Ma se la cacca verde è accompagnata da malessere e diarrea, potrebbe esserci la presenza di un batterio nell’ intestino come la salmonella, la giardia o il norovirus. Così la cacca potrebbe passare troppo velocemente attraverso l’intestino o i batteri che aiutano a renderla marrone potrebbero venire eliminati.

Inoltre, anche i farmaci possono rendere le feci verdi, compresi alcuni antibiotici, contraccettivi e integratori di ferro. Comunque, fare la cacca verde non è di solito qualcosa di cui preoccuparsi.

Ciononostante, se si vuole prevenirla, si dovrebbero considerare alcune cose:

  1. Seguire una dieta equilibrata, che comprenda verdure, insieme a grassi sani, proteine e carboidrati;
  2. Aiutare il fegato e la cistifellea mangiando cibi fermentati o acidi come i limoni;
  3. Aumentare i batteri dell’intestino (che contribuiscono con i propri scarti al benessere dell’intestino e nel generare il colore marrone) prendendo un probiotico e includendo una buona varietà di verdure nella dieta che aiuterà a produrre una cacca sana.
>>>  Il nuovo museo della cacca a Tokyo è un successo

In definitiva, se si è in forma e si sta bene, il colore della cacca è fondamentalmente di un marrone medio, tuttavia alcuni leggeri cambiamenti dovuti alla dieta sono normali. Il colore marroncino deriva dai globuli rossi morti e dagli scarti prodotti dai batteri intestinali.

La consistenza della cacca, invece, varia da: più liquida, normalmente segno di mal di pancia, a dura, con incrinature, o a palline come gli escrementi di coniglio. La scala di Bristol descrive la forma ideale come quella di una salsiccia: o leggermente incrinata, o liscia.

Infine, la cacca ha una buona consistenza se:

  • È possibile trattenerla per un breve periodo;
  • Si può farla senza sforzarsi;
  • Si può farla in una sola volta.

Le feci sane possono anche cambiare di giorno in giorno, ma bisognerebbe fare particolare attenzione ai cambiamenti improvvisi e apparentemente inspiegabili, specialmente quelli che riguardano colore o consistenza.

È bene comunque consultare un medico se non si riesce a spiegare qualsiasi cambiamento nella consistenza o nel colore della cacca, o se:

  • La cacca è diventata di colore nero scuro;
  • Vi è sangue nelle feci.

Nel peggiore dei casi questi potrebbero essere sintomi di un cancro all’intestino, o potrebbero trattarsi di emorroidi.

Al contrario, una cacca di colore molto chiaro, o bianco-crema, potrebbe indicare una dieta eccessivamente grassa, ma se questo non è il caso, e la cacca è un po’ liquida, potrebbe essere un segno di problemi al pancreas o alla cistifellea.

Fonte thesun.co.uk