Il coronavirus sta rendendo la carta igienica più importante del cibo

Una mamma, dopo aver trovato gli scaffali del supermercato privi di carta igienica, anche dopo numerosi viaggi; ha deciso di farsela da sola. La donna australiana è stata costretta a ricorrere a un metodo fai-da-te dopo il continuo assalto dei supermercati dovuto al coronavirus che ha provocato per lo più la sparizione di carta igienica.

La donna ha fatto un post su Facebook dicendo che le serviva una soluzione poiché vive in casa dove sono tutte donne, le quali solitamente utilizzano più carta igienica rispetto agli uomini. Dopodiché è stata lei stessa a trovare la soluzione andando in una ferramenta di nome Bunnings, dove ha speso circa €11 per una confezione di 20 panni in micro fibra.

In seguito, ha poi ritagliato i panni in 80 strisce per poterle usare come carta igienica. Dopo l’uso, ha dichiarato di metterle a bagno in un secchio pieno di candeggina per poterle disinfettare e riutilizzare. L’idea non è delle migliori, ma permette di poter riutilizzare questi panni, oltre ad essere una soluzione eco sostenibile. Inoltre, tutto ciò permette anche di risparmiare acqua evitando di dover tirare lo sciacquone ogni volta (ben 25 volte in meno al giorno).

Inizialmente, la donna aveva pensato a tagliare a strisce degli asciugamani, ma ha poi optato per la micro fibra poiché è un tessuto più morbido e asciuga più velocemente dopo lavato. Ciò permette di ridurre il consumo di carta igienica e risparmiare soldi, ha sostenuto la mamma.

La carta igienica sta diventando essenziale come mai ci saremmo aspettati in uno scenario di pandemia.

>>>  Un calcolatore di carta igienica per acquisti responsabili

Fonte metro.co.uk