Dai Deepfake ad un nuovo passo verso il realismo

I ricercatori di Samsung hanno creato una nuova tecnologia che trasforma le immagini in video in cui il soggetto di partenza assume le espressioni di quello prescelto come obiettivo.

Il sistema crea dei volti realistici che possono muoversi grazie a dei punti chiave presi dal volto originale e applicati a quello di destinazione.

La moda della sostituzione dei volti iniziò circa un anno fa, dopo la diffusione di un’applicazione basata sull’intelligenza artificiale che è in grado di sostituire le facce di persone presenti in un video con quelli di un altro preso da una foto. Da allora è partito il fenomeno denominato Deepfake in cui i volti di molti attori famosi vennero sostituiti con quelli di altri, in film mai interpretati dagli stessi (Nicholas Cage), ma ci fu anche, la forse meno divertente moda di sostituire i volti sui corpi di pornostar. Questo diede un’ulteriore arma ai ricattatori del revenge porn.

A differenza della tecnologia usata dai “Deepfake” che richiede un elemento 3D a cui applicarsi, l’intelligenza artificiale di Samsung richiede anche solo una foto per creare un modello facciale. Più foto si aggiungono però, maggiore sarà il grado di realismo raggiunto.

La capacità di creare video da pochi fotogrammi è dovuto ad un’enorme banca dati formata da numerosi volti di parlanti diversi. Questa banca dati viene poi combinata con i marcatori ottenuti dall’immagine di partenza, e così viene poi riprodotto il modello facciale che appare davvero molto realistico.

Dopo questo processo, il sistema confronta i vari modelli creati e sceglie quello che sembra più realistico per poter essere usato nella sequenza video. Alcuni test sono stati fatti anche con immagini provenienti da dipinti o ritratti dando risultati eccezionali (soggetti come la Gioconda, Albert Einstein, Marilyn Monroe sono stati usati come immagini di partenza).

>>>  Il metaverso di Facebook e la sua criptovaluta

Le possibili applicazioni di questa tecnologia sono innumerevoli, basti pensare ai film dove un attore potrà essere sostituito facilmente in questo modo: alcuni film avevano già adottato alcuni effetti visivi per ottenere questo risultato dopo la morte di alcuni attori ad esempio, ma il risultato era ottenuto solo dopo una lunga post-produzione, senza l’aiuto dell’intelligenza artificiale, come in: Il Corvo, Fast and Furious 7, ecc… Altre applicazioni potrebbero essere senza dubbio nei videogiochi o videoconferenze.

Tuttavia, questa tecnologia potrebbe creare seri problemi ed essere vista come una minaccia se usata per manipolare la realtà: video in cui alcune persone fanno cose che non hanno mai fatto potrebbe portare a false accuse sempre più difficili da smentire.

Comunque, sembra che si stia creando un’altro sistema di intelligenza artificiale in grado di individuare i video e foto falsificati con questa tecnologia. Sembra che Facebook, per esempio, adotterà questa tecnologia per rimuovere i video e foto falsi che verranno postati.

Fonte: thenextweb, zdnet